Passato, presente e futuro in casa Nintendo

di
Grazie al "solito" Core Magazine, possiamo riportare alcuni interessanti passaggi dell'intervista a Hiroshi Imanishi, managing director della Nintendo of Japan. Nell'articolo si parla del sorpasso subito in tempi recenti dalla Sony e dei problemi che hanno fermato il Nintendo 64 ai blocchi di partenza: "L'idea dietro al Nintendo 64 era: questa industria crollerà se continueremo a sviluppare lo stesso tipo di software. In quegli anni, c'era davvero bisogno di nuovo hardware e, soprattutto, nuove idee in campo software. Purtroppo, la tecnologia usata dal Nintendo64 ha rappresentato un serio ostacolo agli sviluppatori, limitando le possibilità della console". Ecco spiegate le motivazioni dietro alla scelta del nuovo DVD proprietario: "La ragione per cui abbiamo scelto il nuovo disco da 8cm è la diffusione della pirateria di cartucce e CD-ROM. Alcune compagnie hanno cercato di evitare questo problema puntando i loro introiti sull'hardware. O addirittura vendendo l'hardware in perdita per aumentare la loro base installata. Sony ha seguito questa strategia con la PlayStation. Comunque, in alcuni paesi le copie pirata vendono addirittura di più di quelle originali [Italia? ndr] e questo non è certo un buon punto di partenza per il futuro". Per l'articolo completo cliccate qui.