Event Horizon – SF Horror in 4K

All'epoca deluse, eppure a distanza di 25 anni il fanta-horror Event Horizon – Punto di non ritorno del 1997 potrebbe tornare a catturare l'attenzione. La recensione del Blu-ray UHD/4K

Event Horizon  SF Horror in 4K
di

Svanita nel nulla durante il primo viaggio verso Proxima Centauri, a distanza di sette anni l’astronave sperimentale Event Horizon ricompare improvvisamente in una remota zona del sistema solare. L'equipaggio del vascello stellare di salvataggio Lewis & Clark viene forzato a indagare e recuperare eventuali superstiti, ma una volta sul posto non può far altro che rilevare tracce di eventi drammaticamente violenti. Mentre si succedono atroci visioni e inspiegabili fenomeni mortali, i soccorritori rischiano di diventare a loro volta naufraghi dello spazio, sempre più alla deriva per maligni territori siderali.

Event Horizon – SF Horror in 4K

Un'altra galassia del terrore

Gli amanti del fanta-horror rimasero perlopiù delusi da un'opera dall'approccio narrativo relativamente originale, giochicchiando con la fisica a proprio piacimento. Il rischio quello del déjà vu nell’evolversi di una vicenda dove l'orrore è celato tra le pieghe di un'astronave transitata per un inimmaginabile luogo colmo di oscurità. Qualche trascorso rispetto al passato del cinema di genere c'è: la memoria potrebbe tornare al 1981, anno della realizzazione di quel Galaxy of Terror – Il pianeta del terrore, film di genere, certo economico ma con le spalle larghe del geniale produttore Roger Corman. Avventura in cui ciascun componente dell'equipaggio dell'astronave si ritrova isolato dagli altri, misurandosi corpo e mente con le proprie paure più recondite. Rispetto agli effetti speciali visivi ma soprattutto agli elementi in computer grafica Event Horizon è invecchiato male, mostrando a più riprese il fianco per via dell'elevata risoluzione video (specie quando la CGI finisce in primo piano in misura troppo posticcia). Notevole il lavoro di make-up (con echi grafici di Hellraiser) e i costumi del compianto John Mollo (Alien, Atmosfera zero).

Eppure tornando sull'opera nel venticinquesimo anniversario dell'esordio cinematografico il lavoro capitanato da Paul W.S. Anderson (saga di Resident Evil) si lascia guardare, mantiene una iniziale atmosfera di palpabile inquietudine. Chi lo visse all'epoca in sala potrebbe persino rivalutare (almeno in parte) gli accadimenti. Merito delle tenebrose scenografie di Joseph Bennett (Blu profondo), del fervore recitativo di un eccellente cast dove ricordiamo gli ottimi Sam Neill (Il seme della follia), Lawrence Fishburne (saga di Matrix), Kathleen Quinlan (Breakdown – La trappola) e Jason Isaacs (Il patriota). Attori che in più di un'occasione hanno l'arduo compito di intervenire sulle latitanti virtù della sceneggiatura di Philip Eisner (Sweet Girl).

Event Horizon – SF Horror in 4K

Come si vede

Girato interamente su pellicola a sensibilità 500 ASA, quindi presentando notevole grana di fondo, questa prima versione UHD/4K di Event Horizon offre un buon salto tecnico. Formato immagine 2.35:1 prossimo all'originale 2.39:1 (3840 x 2160/23.97p), codifica HEVC su BD-66 doppio strato. Edizione che mette maggiormente in risalto ogni particolare, specie i sopra descritti elementi CGI, con alcune transizioni un po' troppo soft. Buona profondità dei neri ed estensione cromatica. A migliorare (anche se in misura relativamente evidente) il quadro visivo c'è il Dolby Vision, che offre inferiore e più flessibile compressione dinamica delle luci. Uno spettacolo certo superiore rispetto al Blu-ray 2K/Full HD, aprendo a un potenziale d'immagine che merita di transitare per schermi 4K 10 bit nativi.

Come si sente

Dolby Digital 5.1 canali (640 kbps) di sufficiente resa. Riproposta la medesima traccia del passato dove latitano gli effetti, dialoghi che meritavano maggior enfasi, bassi con accettabile presenza e più in generale una contenuta apertura per la colonna sonora e le composizioni di Michael Kamen e Orbital. Deciso miglioramento passando all'inglese, che recupera la stessa traccia Dolby TrueHD 5.1 canali (24 bit) del precedente Blu-ray, privando lo spettatore dell'upgrade Dolby ATMOS. Codifica lossless che comunque consente di vivere con maggiore tensione l'intera vicenda, specie nella seconda parte.

Alla scoperta della produzione

Nessun extra sul Blu-ray 4K, mentre sulla controparte Full HD è presente il commento del regista al film; focus sulla creazione di diverse sequenze con interventi di Anderson (8'); 3 scene eliminate o estese con commento opzionale del regista (10'); alcuni storyboard sulla scena mai girata del salvataggio nello spazio (3') + arte concettuale per il film (4') sempre con commento opzionale di Anderson; trailer e spot.

Ricordiamo che oltre all'edizione steelbook 4K è disponibile una Collector's Steelbook che include spilla, toppa, 6x art card e la planimetria della Event Horizon.

Event Horizon – SF Horror in 4K