Army men: RTS

di
Il logo della 3DO.

DI PLASTICA O DI PIOMBO?

Senza dubbio di plastica! O, almeno, di plastica sono i soldatini protagonisti di Army Men RTS, il nuovo strategico della 3DO (realizzato dai Pandemic, autori anche di Dark Reign II), originariamente prodotto su Playstation II e ora convertito per i nostri PC. Sebbene sulla piattaforma Sony il gioco abbia avuto vita, tutto sommato, facile, considerando la non eccessiva proliferazione di strategici per questa console, sui Personal Computer il discorso cambia radicalmente: Army Men è, infatti, l'ennesima goccia che va ad aggiungersi nell'immenso mare degli RTS, mare che conta mostri sacri passati (Starcraft), presenti (Warrior Kings) e futuri (Warcraft III e Command&Conquer Generals su tutti). Analizziamo le caratteristiche del titolo per sapere se riuscirà a conquistarsi un posto al sole.

ARMIAMOCI E PARTITE!

La storia è semplice: uno sfortunato incidente ha fatto si che a un generale dei soldatini si squagliasse un pezzo di testa (si, perché sono fatti, come detto, di plastica), facendolo diventare leggermente pazzo. Senza più il ben dell'intelletto il generale, assieme ad altri militari a lui fedeli, ha deciso di unirsi alle armate nemiche aiutandole nell'obbiettivo di conquistare la supremazia nel giardino e nella casa del proprio padroncino. Quest'atto d'insubordinazione non è stato visto di buon occhio dalle alte sfere che vi hanno incaricato di recuperare il controllo della situazione: con l'appoggio di tutto l'apparato militare dovrete superare un certo numero di missioni (in totale quindici), ognuna delle quali sarà considerata risolta una volta soddisfatti gli obbiettivi del briefing.

Gli autori del gioco.
Gli autori del gioco.
Foto di gruppo dei marmittoni.
Foto di gruppo dei marmittoni.
Che bello rovesciare la scatola dei soldatini...
Che bello rovesciare la scatola dei soldatini...


Da notare che esistono due diversi tipi di obbiettivi: i primi sono quelli obbligatori, senza aver risolto i quali non sarà possibile sorpassare il livello; i secondi sono quelli opzionali, la cui soluzione è facoltativa, ma, se soddisfatti, vi garantiranno delle medaglie. Le medaglie serviranno per sbloccare i livelli segreti di cui il gioco è dotato. Oltre alla campagna vera e propria esiste un'altra modalità di gioco: le battaglie storiche. Queste sono missioni particolari il cui esito è fine a se stesso e potranno essere giocate in un qualsiasi ordine; inoltre i livelli segreti precedentemente citati, apparterranno a questa categoria. Lo schema di gioco è simile a quello della maggior parte degli RTS: il compito principale sarà quello di recuperare le risorse.

In questo caso sono due: la plastica e l'elettricità. La prima (che è il materiale di cui tutti i protagonisti e le strutture sono fatti) potrà essere raccolta dai più svariati oggetti sparsi nel giardino e nella casa in cui il gioco è ambientato: robot giocattolo, recipienti per la pappa del cane, ma anche i "cadaveri" dei caduti in guerra, che si saranno ridotti a deformi blob di materiale grezzo. Per l'elettricità le sorgenti saranno altre: torce, walkie talkie inutilizzati e cose del genere (pensate che c'è una missione in cui un lampioncino del giardino viene vista come fonte infinita di energia per il nemico e dovrà essere distrutto). Le risorse dovranno essere impiegate sia per costruire nuovi soldatini e mezzi per l'esercito, sia per costruire nuove strutture che, come in un circolo vizioso, vi permetteranno di realizzare nuovi tipi di truppe. Avremo cosi soldati semplici con la mitraglia, soldati con bazooka, con il mortaio, carri armati, jeep, elicotteri e via dicendo, nel più tipico stile militare; ulteriori possibilità verranno date una volta completati gli upgrade.
Il menù iniziale.
Il menù iniziale.
La batteria è una fonte di elettricità; il secchiello una fonte di plastica.
La batteria è una fonte di elettricità; il secchiello una fonte di plastica.
L'esplorazione del giardino.
L'esplorazione del giardino.
Army men: RTS

Data di uscita: maggio 2002

Piattaforme: PC

Army men: RTS

Tutti gli indizi trovati analizzando il gioco portano a un'unica soluzione: forse a causa della sua origine consollistica, Army Men RTS è un gioco adatto prevalentemente a coloro (anche di tenera età) che si avvicinano per la prima volta agli strategici. Fornisce infatti missioni abbordabili senza troppe fatiche, un'interfaccia amichevole e non costringe l'utente a occuparsi di miriadi di problemi per gestire la propria base e le proprie truppe. I protagonisti, poi, con la loro simpatia contribuiscono positivamente all'atmosfera del gioco. Il rovescio della medaglia è che un giocatore già pratico di RTS troverà il titolo poco profondo, limitante e scarsamente longevo. Nota di rammarico per le immense potenzialità che un background a livello microscopico come quello dei soldatini offriva, sfruttate in maniera esigua.