Apre a Roma la prima sala Medicinema

Apre a Roma la prima sala Medicinema
di

stata inaugurata oggi la prima sala cinematografica MediCinema all'interno del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, un vero e proprio cinema integrato in una struttura ospedaliera, uno spazio destinato alla ‘cinematerapia' e alla terapia del sollievo per i pazienti e i loro familiari, grazie alla magia del cinema portata all'interno dell'ospedale.La missione di MediCinema è portare il cinema e la sua cultura ai pazienti negli ospedali e ai loro familiari su base continuativa, in spazi dedicati e con finalità terapeutiche.

Intervista alla dottoressa Emanuela Mancino

La sala MediCinema al Gemelli è la prima concretizzazione completa del progetto, una sala cinematografica tecnologicamente all'avanguardia integrata in uno dei più importanti ospedali italiani.La sala è in grado di accogliere anche pazienti non autosufficienti, a letto o in sedia a rotelle. Costruita tra l'8 e il 9 piano del complesso ospedaliero, può ospitare 130 persone tra pazienti, familiari, amici, volontari e personale di assistenza.Il progetto è stato realizzato con il sostegno di diversi partner, primo fra tutti The Walt Disney Company Italia che fin dall'inizio ha creduto nel progetto, divenendone il primo sostenitore; importante inoltre l'apporto di Rai, attraverso la raccolta fondi solidale promossa sulle sue reti a gennaio di quest'anno e la partnership continuativa con Rai Cinema.

Fulvia Salvi, Presidente di MediCinema Italia Onlus ha affermato: "In due anni abbiamo realizzato qualcosa che in Italia non era mai esistito e che poteva sembrare un progetto impossibile. Oggi, grazie alla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, all'Università Cattolica del Sacro Cuore e a tutti i nostri sostenitori, inauguriamo la più grande sala di terapia con cinema in Europa e un percorso che mette l'Italia al centro dell'innovazione nella terapia del sollievo e nella ricerca scientifica a essa collegata. La generosità di Disney Italia, primo fautore e maggior contributore con una serie di importanti donazioni, ha aperto la via e sostenuto il percorso per la realizzazione del progetto, lanciando una cordata di solidarietà straordinaria".