Ancora guai giudiziari per Yuji Naka

Il papà di Sonic è stato nuovamente arrestato per insider trading

Ancora guai giudiziari per Yuji Naka
di

Nemmeno un mese fa, il Pubblico Ministero del distretto di Tokyo ha disposto l'arresto di Yuji Naka, con l'accusa di insider trading: il creatore di Sonic avrebbe infatti sfruttato informazioni riservate per arricchirsi illegalmente sul mercato azionario. A quanto pare però non si è trattato di un caso isolato: come riporta il quotidiano giapponese Asahi Shinbun, Naka è stato nuovamente arrestato, per aver messo in atto la medesima pratica in un'altra occasione.

Il modus operandi sarebbe sempre lo stesso: Square Enix stipula un accordo con uno studio terzo per lo sviluppo di un videogame, ma l'informazione non è di pubblico dominio. Naka, con il suo sodale Taisuke Sasaki (un ex dipendente di Square Enix, anch'esso ri-arrestato), acquista un quantitativo ingente delle azioni dello studio terzo, sapendo in anticipo che quando verrà fatto l'annuncio ufficiale, il valore delle azioni salirà. Per la cronaca, questa volta lo studio è Ateam Entertainment Inc, mentre il gioco è Final Fantasy VII: The First Soldier.