Forza Motorsport 6

Forza Motorsport 6
di
Difficile nascondere la delusione che fu Forza Motorsport 5, titolo di lancio per Xbox One che ne faceva brillare le potenzialità tecniche ma che si rivelò un contenitore un po' vuoto. Dopo un Forza Horizon 2 davvero divertente e denso, é nuovamente il turno del fratello maggiore, che giunto al sesto capitolo introduce le sospirate condizioni meteo, arricchisce il proprio garage con il numero di auto più cospicuo della serie e promette una componente tecnica di alto profilo.


La sindrome di Gran Turismo


Il più grosso problema di Forza Motorsport 6 é che non é più solo sul mercato e non deve più difendersi unicamente dal rugoso Gran Turismo. Un certo Project CARS ha mostrato all'utenza console come può essere un simulatore PC e che cosa può fare realmente la corrente generazione hardware. E questo ha influito necessariamente sul nostro giudizio del titolo Turn 10. La modalità Carriera, come da tradizione centro nevralgico della nostra esperienza ludica, si propone lineare, raccolta in 5 volumi che ci raccontano la storia delle corse su quattro ruote. Partendo dalle gare per guidatori della domenica chiamata Superstreet, saliremo di categoria, arrivando agli Sport motoristici estremi.
I modificatori sono un'aggiunta divertente e riuscita

Ogni Volume ci propone tre sequenze composte da 5 competizioni, che potremo affrontare selezionando una tra sei categorie di mezzi.
Una classificazione che aiuta a districarsi tra il vastissimo numero di sfide contenute nel gioco. In realtà Turn 10 permette di affrontare la Carriera tutta di seguito, lasciandoci guidare una gara dopo l'altra, potendo arrivare in fondo senza mai passare dal menu iniziale, che in realtà ospita un ampio ventaglio di ulteriori opzioni di gioco.
Si fanno notare le Esibizioni, una vasta selezione di sfide speciali, alcune disponibili da subito altre da sbloccare salendo di livello, davvero interessante. In effetti ci siamo quasi più divertiti a sfidare The Stig o a riscoprire i bolidi degli anni '30 piuttosto che ad affrontare le tediose gare principali, un po' poco ispirate a dirla tutta. Sembra sia stato messo anche un po' da parte il potenziamento dei mezzi, la cui sezione c'é ancora e offre una buona rosa di modifiche, ma é un tema che durante la Carriera viene tirato in ballo di rado. Ad ogni modo l'opzione non é sparita, nessun allarmismo. In generale facciamo un plauso all'organizzazione dei contenuti, che nonostante siano presenti in grande numero, contando anche la sezione Libera, le Sfide e ovviamente il multiplayer (davvero buono, con 24 giocatori contemporaneamente in pista), risultano comprensibili e facilmente accessibili. La densità di cose da fare é sicuramente un punto forte di Forza Motorsport 6, facendo svanire in un attimo lo spettro del capitolo precedente.
In quanto a numeri, l'esclusiva Xbox One non ha rivali sull'attuale generazione. Si parla di 460 macchine disponibili nel gioco, esclusi quindi eventuali DLC e premi per i pre-order che rimpinguano ulteriormente un già notevole garage. I tracciati sono un centinaio, suddivisi in 26 location, di cui una decina completamente nuove.

> Fighting stars!

Hai portato l'ombrello?


Il modello di guida rende un piacere avventurarsi su ognuno di essi. Pad alla mano non abbiamo riconosciuto sostanziali novità, quanto un affinamento del buon lavoro già svolto due anni fa. Forza Motorsport 6 rimane un ottimo compromesso tra realismo ed accessibilità, con un ampio set d'aiuti a disposizione al fine di semplificarci o meno la vita.
Vale la pena tentare di limitarne l'uso per godersi appieno la profondità di un gameplay ancora molto soddisfacente. Mancano però dei concreti passi avanti in aspetti importanti come gli urti, buoni ma spesso un po' goffi, e lo stesso vale per la resa dei danni, ancora troppo soft per risultare credibile. Dalla nuova generazione ci attendiamo molto di più e persino un prodotto non esclusivo come Projet CARS ha dimostrato che ci si può spingere molto oltre.
Turn 10 ci regala un'interpretazione delle condizioni meteo al contempo entusismante e frustrante

Permetteteci invece di fare un plauso ai due trigger del pad Xbox One con vibrazione separata, criminosamente inutilizzati in altri titoli e che invece qui ci regalano sensazioni davvero eccezionali. La più grossa novità di Forza Motorsport 6 consiste nell'introduzione delle condizioni meteo. Ci sono voluti ben 6 capitoli per arrivarci e alla fine Turn 10 ce l'ha fatta e ci regala una sua interpretazione della pioggia, al contempo entusiasmante e frustrante. Il sistema che gestisce le condizioni meteo ci offre piste bagnate, il cui manto asfaltato sarà piagato da pozzanghere che vi metteranno a dura prova durante le gare.
L'acquaplaning sarà il vostro peggior nemico e dovrete reinventarvi completamente le traiettorie. Il risultato é davvero eccellente, la guida sul bagnato cambia faccia all'esperienza, fattore che rende ancora più incomprensibile come il tutto sia stato inserito nel gioco.

Le gare in notturna sono divertenti, peccato siano relegate a pochi tracciati
Le gare in notturna sono divertenti, peccato siano relegate a pochi tracciati
I modelli delle auto sono eccezionali, tutti e 460
I modelli delle auto sono eccezionali, tutti e 460
I tracciati offrono alti e bassi, certi alberi a bordo pista non si possono guardare
I tracciati offrono alti e bassi, certi alberi a bordo pista non si possono guardare

Non ci saranno infatti condizioni meteo variabili, ma piuttosto delle versioni alternative di alcuni tracciati. Delle 26 location solo alcune offriranno la pioggia e sarà un preset, sempre uguale a se stesso, senza gradazioni di pioggia né tanto meno la possibilità che il tracciato si asciughi durante la gara o che il tempo peggiori. Il tutto rimane statico. E lo stesso vale per le gare in notturna, una semplice variante disponibile per una manciata di percorsi. E' un vero peccato che non si sia andati più a fondo, palesando una sindrome da Gran Turismo molto forte, ovvero la sensazione di avere un gioco di spessore ma rimasto un po' indietro nella scala evolutiva.

Giochiamo d'azzardo


Un altro paio di aggiunte danno il giusto pepe alla modalità Carriera. Si tratta dei Tiri, ovvero una piccola estrazione a premi che ci regalerà, in base alla nostra fortuna, denaro o macchine più o meno prestigiose ad ogni passaggio di livello.
Un plauso ai due trigger del pad Xbox One con vibrazione separata, criminosamente inutilizzati in altri titoli

E poi ci sono i modificatori, delle carte che possiamo comprare a pacchetti chiusi e che tre alla volta potremo attivare all'inizio di una gara per acquisire dei bonus o renderci la vita più difficile giocando d'azzardo con le nostre abilità. Possiamo per esempio obbligarci ad usare la visuale interna per avere un bonus in denaro, o appesantire la vettura per svantaggiarci verso gli avversari. Un'idea semplice ma davvero ben implementata.
Infine vogliamo fare nuovamente una citazione d'onore ai Drivatar, che tornano in grande spolvero, grazie anche alla miriade di dati accumulati con Forza 5 e Horizon 2. Ora le riproduzioni virtuali dei nostri amici saranno ancora più verosimili ed imprevedibili nel loro comportamento in pista. Questo a parte qualche strano svarione che sembra colpire immancabilmente il primo in pista, il quale pare soffrire di attacchi di panico a pochi metri dal traguardo.
Troppo spesso ci é capitato di guadagnare la prima posizione verso la fine a causa di errori macroscopici commessi da chi ci precedeva, rendendo questa presunta casualità fin troppo prevedibile. Si tratta probabilmente di un bug che facilmente verrà sistemato con una prima patch o di una curiosa coincidenza.

Forza Motorsport 6
Il sistema di illuminazione sembra rimasto un po' indietro rispetto alla concorrenza

La potenza di Xbox One


Essendo un'esclusiva, da Forza Motorsport 6 ci attendiamo molto, soprattutto sotto il profilo tecnico. Per questo un po' spiace ritrovarci con un prodotto che anche sotto questo aspetto sembra essersi un po' fermato. I modelli delle auto sono pieni di dettagli, interni compresi, e la modalità Vista vi farà colare un po' di bava. Peccato che in pista il tutto sia po' plasticoso, per via di un sistema di illuminazione rimasto un po' indietro. Non aiutano tracciati con diversi alti e bassi. Praga é entrata nei nostri preferiti da subito, con i suoi splendidi palazzi, ma altri circuiti offrono un dettaglio che a tratti ci hanno rimandato alla precedente generazione. Basta dare un'occhiata agli alberi a bordo pista per capire cosa intendiamo. La resa della pioggia, d'altro canto, ci sbatte in faccia le potenzialità dell'hardware Microsoft, con riflessi sull'asfalto davvero azzeccati e le carrozzerie che si bagnano in modo credibile. Sono un po' meno entusiasmanti le gocce sul parabrezza, ma in linea di massima siamo rimasti molto soddisfatti, sebbene la concorrenza ci abbia mostrato un livello simile di realismo, se non addirittura superiore. Parliamo del solito Project CARS ma anche di DriveClub. Il lavoro di ottimizzazione é comunque praticamente perfetto, capace di garantire una fluidità ottima, con 60 frame per secondo e risoluzione 1080p, anche se sembra mancare l'antialiasing, viste certe scalettature.

> Jack 7

Non si discute sulla qualità della componente audio, invece, vero fiore all'occhiello della serie ed in questa incarnazione entusiasmante più che mai. Turn 10 non si smentisce e rimane tra gli sviluppatori più attenti a questo aspetto.

Forza Motorsport 6
8.5

Voto

Redazione

28353jpg

Forza Motorsport 6

Forza Motorsport 6 é un titolo solido e profondo, il suo problema é l'essere rimasto indietro, un po' come accadde alla serie Gran Turismo, in particolare all'uscita del suo quinto capitolo. La sensazione é che Microsoft dovrebbe lasciare più tempo ai ragazzi di Turn 10 perché possano concentrarsi sul ricreare da zero diversi aspetti, vedi il motore grafico e le condizioni meteo fatte come si deve, mentre questi due anni sembra siano stati utilizzati più per perfezionare Forza 5 e rimpinguarlo di quei contenuti drammaticamente lasciati fuori a suo tempo. Ecco, potremmo dire che Forza 6 é quello che avrebbe dovuto essere Forza 5 ma due anni fa. Oggi é un po' tardi e là fuori ci sono titoli più avanzati tecnologicamente e freschi in termini di idee. Rimane un ottimo prodotto, consigliato agli appassionati, ma non più un titolo capace di segnare la strada.